Seleziona una pagina

La comunicazione efficace è un processo di scambio di informazioni fra due o più persone basato su 7 caratteristiche specifiche.

La comunicazione è un processo di scambio reciproco di informazioni, la comunicazione efficace si valuta dal risultato non dalle intenzioni, essa ha alcune caratteristiche che ne determinano la qualità, vediamole, ma prima è necessaria una premessa.
Possiamo parlare di comunicazione efficace, a patto che chi ha parte attiva nel processo comunicativo “emittente”, applichi e si muova in funzione di alcuni elementi finalizzati a far comprendere il messaggio al ricevente (parte passiva) con i contenuti desiderati.

A volte comunicazione efficace viene confusa con comunicazione persuasiva, è una interpretazione non completamente corretta, in quanto efficace significa che il messaggio viene compreso nella sua completezza mentre persuasiva che ha lo scopo di ottenere un cambiamento nel ricevente.
Si può quindi sintetizzare questa differenza con un obiettivo diverso dei due diversi tipi di comunicazione.

comunicazione_efficace_7_caratteristiche

le 7 caratteristiche della comunicazione efficace

1 COMPLETEZZA: contenuti completi.
la comunicazione efficace diventa tale solo se i contenuti sono completi, cioè se nel messaggio ci sono tutte le informazioni che permettono al ricevente di capire il messaggio nella sua interezza. Comunicare in modo completo permette di ottenere risultati molto soddisfacenti, si raggiunge l’obiettivo più facilmente e con soddisfazione per tutte due le parti: emittente e ricevente. I dubbi del ricevente diminuiscono.

2 CONCISIONE: capacità di sintesi.
la concisione è la capacità di dire solo le cose importanti escludendo inutili giri di parole e fronzoli. Questo non significa per forza breve, ma sintesi completa. Essere concisi diventa quindi un elemento fondamentale della comunicazione efficace, troppi dettagli, se inutili, rendono più difficile la comprensione. Concentriamoci sulle cose importanti.

3 CONSIDERAZIONE: tenere presente.
è indispensabile che l’emittente tenga nella dovuta considerazione quello che pensa il ricevente, il suo punto di vista, il suo stato. La comunicazione efficace ci vede adattarci all’altro, così l’emittente trasmette le informazioni e i concetti in modo più efficace, essendo in grado di utilizzare filtri comunicativi e argomenti ed esempi più vicini all’esperienza del ricevente e, di conseguenza, meglio comprensibili.

4 CONCRETEZZA: senso pratico, pochi fronzoli.
la concretezza rende la comunicazione efficace, si basa su dati semplici, oggettivi e riscontrabili, che supportano il contenuto del messaggio. Comunicare in modo concreto vuol dire rispondere a domande in modo puntuale e soddisfacente, sviluppare argomentazioni basate su aspetti specifici, fare una buona analisi ed elaborare teorie semplici e realizzabili in maniera concreta. La concretezza aumenta l’efficacia della comunicazione, la comprensione del messaggio diventa più completa.

5 CORTESIA: tratta bene.
Essere cortesi, non aggredire l’interlocutore, non forzare mai la risposta crea un clima ideale per una comunicazione efficace. Un buon clima predispone infatti l’interlocutore ad essere attento e disponibile ad una comunicazione positiva. Essere cortesi trasmette anche una accoglienza e il rispetto verso i valori e la cultura della persona, il rispetto della identità dell’interlocutore.

6 CHIAREZZA: parla in modo semplice.
Parlare con un linguaggio semplice è sintomo di chiarezza, il linguaggio semplice permette di essere compreso da tutti a prescindere dal livello culturale, quindi non crea differenze. Comunicare in modo chiaro significa non divagare, concentrarsi sull’obiettivo della comunicazione… mantenere il focus sui contenuti della comunicazione facendo percepire l’importanza di quel che si dice fa sentire l’interlocutore un privilegiato. Usare la terminologia appropriata riduce la possibilità di confusione e di ambiguità nel messaggio.

7 CORRETTEZZA: mantieni un comportamento adeguato.
Non esiste comunicazione efficace se non hai un comportamento adeguato. Usa correttamente la grammatica, la punteggiatura, non esagerare con gli acronimi, con le sigle, con le citazioni, non prenderti confidenze con l’altro, non essere per forza ironico o fare battute, a volte non ci stanno proprio. Tutto questo aumenta la tua credibilità e di conseguenza la credibilità di quello che dici.